Una bussola per i cibi

Alla base della macrobiotica c’è una visione olistica dell’uomo, dove ogni element è in equilibrio con gli altri. Per quanto riguarda il cibo, esso è considerato fondamentale per mantenere l’armonia tra mente e corpo.
Con una corretta alimentazione che generi il giusto bilanciamento   tra energie opposte, Yin e Yang, si può ottenere un buon livello di salute.

A cura di Elisabetta Rigamonti* 07 Sep 2016
Una bussola per i cibi

La macrobiotica non è una dieta e neanche un modo di mangiare giapponese o cinese, come tutti pensano, ma una bussola che serve ad indicarci i cibi più adatti a noi, secondo le nostre necessità.  Alimentandoci con cibi naturali e semplici,  il nostro sistema immunitario si rafforzerà e così sarà in grado di fronteggiare e prevenire eventuali malattie: in parole semplici
il nostro corpo sarà più forte e il nostro sistema immunitario sarà molto più attivo.
Dall’unione delle parole greche “makros” e “bios”, ha origine il termine “macrobiotica”, il cui significato è letteralmente: lunga vita, grande vita, vita piena.  È un’antichissima filosofia orientale, di 5000 anni fa, il cui orientamento di base è rappresentato da una visione olistica dell’uomo, dove ogni elemento è in equilibrio con gli altri, e per quanto riguarda il cibo, esso è considerato fondamentale per mantenere l’armonia tra la mente e il corpo.
Parlando di macrobiotica bisogna ricordare una figura molto importante, il medico e filosofo George Ohsawa. Nato a Kioto nel 1893, fu un grande sostenitore della macrobiotica, alla quale dedicò parecchi studi e trattati, ispirandosi e osservando le regole alimentari dei monaci buddisti.
Secondo Ohsawa, seguendo quotidianamente una corretta alimentazione, era possibile mantenere l’equilibrio tra energie opposte chiamate  Yin e Yang e dunque ottenere un buon livello di salute.

OPPOSTI MA COMPLEMENTARI
Il principio della macrobiotica è che tutto il cibo da noi consumato si suddivide in due gruppi Yin (espansivo, acido, femminile: latte, yogurt, frutta, tè, spezie ecc.) e Yang (contraente, alcalino, maschile: sale, carne, pesce, pollo, uova ecc.), questi due principi sono opposti, ma allo stesso tempo complementari, infatti la loro assunzione equilibrata mantiene l’armonia tra mente e corpo.
La dieta moderna occidentale, a base di cibi di polarità Yin-yYg estrema, in quanto composta da troppi alimenti di origine animale, prodotti industriali, raffinati e zucchero, porta inevitabilmente ad un cronico squilibrio energetico, rendendo il nostro corpo molto più vulnerabile alle malattie.
La piramide alimentare, mostrata nella figura, esprime in modo chiaro come dovrebbe essere composta la nostra alimentazione giornaliera.
La  tradizione italiana si adatta perfettamente a questa alimentazione, basta togliere il grasso animale dal condimento e usare i cereali (riso, pasta, polenta, farro, orzo ecc.) in forma integrale o semi integrale. Anche la colazione può essere fatta con cereali, verdure, pane, biscotti (naturalmente fatti senza zucchero e uova), gallette, crema di cereali e fiocchi con della marmellata o del malto.

QUALCHE SUGGERIMENTO
Comporre il nostro piatto in modo che non manchi mai verdura e iniziare con una zuppa calda a base di Miso che prepara lo stomaco a ricevere il cibo. Gli oli dovrebbero essere non raffinati, oltre all’olio di oliva provate quelli di sesamo e girasole. Evitate la caffeina, i latticini, i cibi lavorati che contengono conservanti e zuccheri. Se volete mangiare della marmellata o bere un succo di frutta, scegliete quelli senza aggiunta di zuccheri. Il pesce dovrebbe essere mangiato due volte la settimana e dovreste trarre maggiormente le proteine dai legumi e dai prodotti derivati dalla soia, come tofu e tempeh. Mangiate alghe, che non solo sono nutrienti, ma eliminano le tossine dal vostro corpo.
Esistono delle regole da osservare per avvicinarsi correttamente e consapevolmente a una dieta di questo tipo:
•    evitare gli alimenti sofisticati o raffinati (trattati industrialmente);
•    preferire i cibi provenienti da coltivazioni e allevamenti “naturali” (senza additivi chimici, per le coltivazioni o per i mangimi);
•    eliminare lo zucchero, i dolci, le caramelle e il miele;
•    preferire frutta e verdura di stagione, evitare frutti esotici e verdure surgelate;
•    evitare patate, pomodori e melanzane perché appartenenti alle solanacee, verdure tossiche;
•    evitare latte e derivati;
•    preferire il pesce alla carne, la quale va inserita non più di una o due volte la settimana;
•    usare sale marino allo stato naturale;
•    masticare a lungo i cibi, per favorire la digestione e per apprezzare il reale sapore del cibo;
•    eliminare il caffè ma introdurre dei surrogati, tipo orzo.

A PICCOLI PASSI
Per quanto concerne la preparazione e gli stili di cottura dei cibi è prevista l’applicazione di accorgimenti di vario tipo. Per avvicinarsi alla macrobiotica occorre un orientamento mentale e fisico, rilassato e, soprattutto, volto alla gradualità e a un percorso da svolgere a piccoli passi.
L’uomo occidentale è spesso legato a ritmi stressanti, e oggi più che mai avverte il bisogno di ridimensionare la sua vita e al contempo la sua alimentazione. Sempre più cosciente che è possibile raggiungere l’armonia psicofisica e conseguentemente un maggior benessere conoscendosi meglio, curando e ascoltando i reali bisogni del nostro organismo che, spesso, sono molto lontani dai richiami meramente consumistici.
Qui di seguito vi diamo una ricetta indispensabile in questa cucina: un brodo da bere prima dei pasti che svolgerà la funzione di preparare il vostro stomaco a ricevere il cibo e fornire all’organismo molte sostanze preziose quali lattobacilli, enzimi, proteine e minerali. Si tratta della zuppa di miso, che richiede i seguenti ingredienti:
•    1/2 tazza di cipolla tagliata sottilmente,
•    verdure verdi a foglie tagliate o tritate,
•    2-3 cm di alga Wakame (alga di gusto leggero molto ricca di sali minerali e vitamine),
•    1/2 cucchiaino di miso per persona,
•    3 tazze di acqua.
Sciacquare velocemente l’alga e ammollarla con poca acqua in una ciotolina per 10 minuti prima di tagliarla sottilmente. In una pentola portare l’acqua in ebollizione e aggiungere le cipolle, le verdure e cuocere per pochi minuti.  Aggiungere l’alga e cuocere per 3 minuti, quindi abbassare la fiamma al minimo prima di insaporirla con il miso, precedentemente diluito a parte in un po’ di brodo della zuppa. Cuocere qualche minuto e servire con zenzero o cipollotto tritato.

*L’interesse per la vita e i suoi misteri, portano Elisabetta Rigamonti a laurearsi in Fisica e ad intraprendere un lavoro di ricerca al C.N.R., dove unisce l’interesse per la scienza alla medicina. Dopo l’arrivo dei suoi tre figli, decide di dedicarsi a tempo pieno alla sua vera passione che è sempre stata l’alimentazione, cercando la giusta alchimia per trasformare prodotti naturali in piatti gustosi e in equilibrio con il benessere fisico, energetico e spirituale. Intraprende un percorso formativo di cucina macrobiotica, diplomandosi come cuoco professionista e terapista alimentare presso “La Sana Gola”. Attualmente si dedica all’insegnamento e alla divulgazione di un’alimentazione naturale per il benessere della persona nella sua interezza.
Lavora anche come chef in diversi ristoranti di visione vegetariana-vegana e come cuoca a domicilio sia per cene, sia per feste.
lamacrocucina@live.it

 

DBN Magazine Partner

Articoli correlati

  • Una bussola per i cibi Febbrone? Lavoriamo su Yin e Yang

    In caso di febbre alta possiamo evitare di assumere farmaci ricorrendo a due rimedi della tradizione macrobiotica: impiastro di tofu e tisana di daikon (o di ravanelli).

  • Una bussola per i cibi Febbrone, lavoriamo su Yin e Yang

    In caso di febbre alta ricorriamo a due rimedi della tradizione macrobiotica: impiastro di tofu e tisana di daikon (o di ravanelli).

  • Una bussola per i cibi La scuola di Macro-cucina apre i battenti

    Ecco il primo menù completo. Elaborato e spiegato passo dopo passo per familiarizzare con questa ‘nuova cucina’, che saprà sorprendere e prendere per la gola chi vorrà sperimentarla.

Contatti

Via Taormina, 11 - 20159 Milano
Mobile: 3927293728

Resta in contatto:

Informazioni:

Copyright © NaturalMag. Tutti i dirittti sono riservati.
E' vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione della casa editrice.
Designed by Movie&Web