Allenarsi olisticamente

Si può trarre grande profitto nella preparazione sportiva includendo metodiche olistiche o discipline bio naturali tradizionali. Gli atleti possono migliorare sotto ogni aspetto, da quello fisico a quello mentale, esaltando al massimo le loro capacità

A cura di Alfredo Albiani* 16 May 2017
Allenarsi olisticamente

Atleti ed allenatori sono costantemente alla ricerca di una metodica che permetta di perfezionare la performance sportiva. Tra i metodi e le tecniche in grado di migliorare gli aspetti fisiologici e le variabili bio-meccaniche associate alla prestazione sportiva, si individuano tra l’altro:
- metodi di allenamento;
- strategie nutrizionali e integratori;
- innovazioni negli strumenti;
- innovazioni nell’abbigliamento.
La ricerca medica ha confermato il rapporto tra psiche e sistemi biologici (sistema nervoso, endocrino, immunitario) e l’influenza che un lavoro di profonda percezione di sé ha sul sistema muscolare, viscerale e organico in toto (vedi ricerche e studi PNEI). Per questo motivo possiamo trarre grande profitto nella preparazione sportiva includendo le metodiche olistiche o Discipline Bio-Naturali Olistico-Tradizionali (DBNOT).
Con il termine olistico si intende quella scienza che vede la persona nella sua totalità: corpo, mente, coscienza; olistiche sono quelle metodiche che ne studiano le relazioni con l’Universo. Quindi, affiancare al preparatore atletico di qualunque sport uno specialista PASOT (Preparazione Atletico Sportiva Olistica Tradizionale), o Bodymind Coach, permette di apportare miglioramenti in ogni aspetto, da quello fisico a quello mentale, evidenziando e correggendo le problematiche posturali, motorie ed emotive, permettendo così l’espressione massima delle capacità dell’atleta.

LE BASI DEL METODO
Il metodo PASOT si basa su arti psicofisiche che sono lo yoga integrale, il taijiquan ed il wushu, e quelle discipline raccolte sotto il nome di Yangsheng nutrire la vita: il qigong, respirazione, dietetica, meditazione.
A completamento vi sono le metodiche dell’antica medicina cinese: tuina, martelletto fior di prugna e della salute, guasha, coppette, moxa, auricoloterapia, acutaping (bendaggio energetico)... Tutti metodi impiegati secondo i principi olistici, che sono in grado di migliorare gli aspetti fisiologici, emotivi e le variabili bio-meccaniche associate alla prestazione sportiva.
A conferma, si può notare che già da anni le squadre cinesi delle varie discipline sportive fanno uso costante dei rimedi della loro medicina tradizionale.
Ma si ritrova anche tra gli sportivi occidentali, come ad esempio il saltatore in alto Dwight Stones che già negli anni ‘70 usava il micro-massaggio cinese, o l’Inter di Helenio Herrera che si avvaleva di tecniche respiratorie yogiche, seguite oggi anche dal calciatore Zlatan Ibraimovich.
Con la PASOT innanzitutto si ottengono una modulazione del dolore ed un incremento positivo della forza, della capacità aerobica, della flessibilità articolare e una ottimizzazione della concentrazione. Perfezionando enormemente l’equilibrio si ottiene un profondo miglioramento del gesto fisico che diventa meno dispendioso energeticamente, più armonico, più efficace ed efficiente con conseguente riduzione degli infortuni e degli errori di gioco.

I BENEFICI
Per chi è addentro alle metodiche olistiche tradizionali, possiamo dire che la fatica causata da un prolungato esercizio fisico può alterare il flusso nei meridiani e collaterali, interferendo con la circolazione e la distribuzione dell’energia funzionale, oltre che del sangue, soprattutto nei distretti di massimo impiego. Ciò comporta maggiore usura, più precarietà nel movimento e difficoltà di controllo psicofisico.
In questo caso possiamo, per esempio, stimolare specifici punti di auricolo-terapia che riporteranno ordine nel flusso sui canali, che irroreranno meglio i distretti di pertinenza, favorendo l’emunzione dei cataboliti e diminuendo il senso di fatica. Alla luce degli studi pubblicati su note riviste mediche e scientifiche, si può affermare che la postura, incontro tra le relazioni corpo-mente e forza di gravità, racchiude la visione globale dello stato psicofisico e di salute dell’organismo.
Il metodo PASOT interviene globalmente sulla postura, ove si esprime integralmente l’intero stato di salute dell’atleta; ci dice, per esempio, la condizione generale delle strutture muscolari, articolari e del sistema immunitario.
Come sappiamo questo avviene grazie a dinamiche di varia natura che, entrando in gioco, determinano il tono muscolare e i vari allineamenti articolari, lo stile psichico di quella persona... Durante le lunghe fasi della preparazione dell’atleta si può contribuire a prevenire incidenti muscolari articolari e défaillance emotive, proprio intervenendo sul tono muscolare, sugli equilibri chimici lavorando accuratamente sulla postura e sulla percezione, oltre che sugli automatismi.

RIEQUILIBRARE CORPO E MENTE
Tuina, taijiquan e facili esercizi di meditazione sono in grado di riequilibrare corpo e mente, com’è ampiamente dimostrato da molte pubblicazioni di ricerche scientifiche che evidenziano come la pratica di queste discipline regolarizzi la quantità di cortisolo in circolo, mantenga alti i valori di melatonina e incrementi i valori di serotonina plasmatica.
Ricordiamo che il cortisolo ha un ruolo importante sull’aumento dello stress e delle infiammazioni, la melatonina interviene sull’equilibrio sonno e veglia, oltre che sull’appetito, e la serotonina modula la percezione del piacere.
Le manipolazioni del Tuina si impiegano con grandi risultati al fine di eliminare tensioni, contratture, ristagni ed edema, favorendo una diminuzione dei crampi e dei dolori muscolari articolari, risolvendo problemi psicologici, attenuando cefalee, lombalgie e dolori di natura psicogena. Per questo, il metodo PASOT favorisce un benefico intervento sull’umore, sostenendo la motivazione nei lunghi periodi di allenamento, permettendo una preparazione completa e profonda senza rischi per la salute portando elevati miglioramenti nelle performance.
Fisicamente si evidenzia un cambiamento positivo della capacità aerobica dovuta all’attento e accurato lavoro sul respiro (Yoga integrale, qigong, tuina). Si arriva ad una regolazione cardiovascolare con più bassa frequenza cardiaca e aumento della portata sistolica. Per completare l’argomento sarebbe necessario menzionare il grande aiuto che può dare il metodo PASOT sul controllo del peso, sulla gestione dell’ansia pre-gara e sulla capacità di concentrazione e gestione delle forze durante la competizione; ma lasciamo questi aspetti ad un futuro articolo.
Riassumendo: l’innesto di una pratica precisa e accurata sull’equilibrio, basata sull’esperienza millenaria delle DBNOT, permetterà all’atleta e alla società sportiva di avere miglioramenti nei risultati sia negli sport individuali che di squadra, una drastica riduzione degli infortuni, crescita e maturazione dal punto di vista personale. Infine, ricordiamo che la PASOT può essere introdotta in tutti gli sport.

*Per informazioni sul metodo:
Alfredo Albiani
Vicepresidente Associazione Europea Taiji Chen metodo Hong
Master Yoga, Taijiquan, Qigong, e Medicina Cinese
347 2626607
alfredo.albiani@gmail.com

DBN Magazine Partner

Articoli correlati

  • Allenarsi olisticamente Lo Shiatsu in pratica

    Non un semplice massaggio. Gli esperti dell'Accademia Italiana Shiatsu Do ci introducono alla disciplina.

  • Allenarsi olisticamente La scoperta dei bio occhiali

    È una piccola magia quotidiana che si rinnova ogni volta che si indossano. E lo garantisce una miope storica a cui mancano da anni 2 diottrie. Indossare i bio occhiali e riguadagnare i dieci decimi è stato un attimo. Purtroppo non si possono indossare in mezzo alla gente, se non si vuole passare per persone estremamente eccentriche. Perché al posto delle lenti hanno degli schermi neri su cui sono stati applicati dei piccoli fori secondo uno schema preciso. La visione però è completa ed effettivamente ho potuto leggere le scritte sul tabellone che prima non leggevo. Mi hanno spiegato che la distribuzione dei buchi fa sì che l’immagine dell’oggetto osservato cada automaticamente sul punto più sensibile della retina, senza che sia necessario mettere a fuoco. In questo modo anche chi ha problemi di vista può vederci meglio che a occhio nudo.

  • Allenarsi olisticamente L’arte di armonizzare l’acqua dell’uomo

    Quali sono gli effetti del suono prodotto con le Campane Tibetane e altri strumenti rituali? Un profondo stato di rilassamento e una riduzione dei segnali di stress. L’esperienza del “Gruppo Benessere AMOP”

Contatti

Via Taormina, 11 - 20159 Milano
Mobile: 3927293728

Resta in contatto:

Informazioni:

Copyright © NaturalMag. Tutti i dirittti sono riservati.
E' vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione della casa editrice.
Designed by Movie&Web