Il sole può far male

Un'esposizione ai raggi solari deve comunque essere fatta con criterio, per salvaguardare pelle e salute. Ci rifaremo quindi alle raccomandazioni della comunità europea per una corretta esposizione

A cura della redazione 23 Aug 2017
Il sole può far male

Evita esposizioni nelle ore di picco dalle 11.00 alle 15.00. Io aggiungere rei anche: tenete presente che anche sotto l'ombrellone la sabbia riflette fino al 25% del raggi e la neve fino al 70%. Il sole si prende anche sotto il pelo dell'acqua e neppure le nuvole costituiscono un filtro efficace.

Mantieniti protetto usando cappelli, magliette e occhiali da sole. Anche l'Unione Europea dà un ruolo non trascurabile agli indumenti. Non è detto che ci si debba vestire come muratori, ognuno può trovare un proprio stile... un pareo, un caffettano, un cappello di paglia. Per i bambini sono stati creati indumenti e magliette apposite. In Italia non vanno per la maggiore mentre nei paesi anglosassoni hanno un certo ruolo

Evita ai bambini fino a 5-6 anni l'esposizione al sole diretta. Più un bambino è sovraesposto e più alto sarà il rischio di cancro alla pelle in età adulta. Evita soprattutto le scottature che sensibilizzano la pelle. E se il bambino si espone al sole la crema è necessaria.

Se ti esponi al sole usa i prodotti solari. Sono indispensabili se si prevede un'esposizione prolungata.

DBN Magazine Partner

Articoli correlati

  • Il sole può far male Contro le malattie stagionali

    Il passaggio dalla stagione invernale a quella primaverile può essere una condizione destabilizzante per l’organismo.

  • Il sole può far male Combattere i malanni di stagione

    Il passaggio dalla stagione invernale a quella primaverile può essere una condizione destabilizzante per l’organismo, che va gradualmente abituato agli sbalzi di temperatura e al passaggio dalla stagione fredda ai primi caldi. Con la primavera infatti suona la sveglia fisiologica rimettendo in moto il processo di rinnovamento cellulare di tutto l’organismo e con esso la voglia di “scrollarsi dalle spalle” il letargo e la pigrizia invernale.

  • Il sole può far male La tua pietra di primavera

    La terra è composta per l'85% di cristalli, un mondo vasto e meraviglioso, spesso sconosciuto ai più, che si fermano a diamanti, zaffiri, topazi, smeraldi e rubini. Molte pietre semipreziose invece sono, non solo belle, ma anche ricche di benefiche proprietà

Contatti

Via Taormina, 11 - 20159 Milano
Mobile: 3927293728

Resta in contatto:

Informazioni:

Copyright © NaturalMag. Tutti i dirittti sono riservati.
E' vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione della casa editrice.
Designed by Movie&Web