Citronella e geranio, non solo repellenti per gli insetti

Per ripararsi dagli attacchi estivi in modo naturale è bene sapere che gli insetti sono soprattutto molto sensibili agli odori: basti pensare alle mosche, capaci di avvertire a distanza di chilometri l’aroma di alcuni cibi, o alle zanzare che prediligono i profumi dolciastri.

A cura della redazione 13 Sep 2016
Citronella e geranio, non solo repellenti per gli insetti

Vista la loro sensibilità è bene quindi evitare sicuramente i profumi e i cosmetici dall’odore dolciastro e avvalersi delle armi più “aromatiche” che la natura possa fornire: gli oli essenziali.
Tra quelli dotati di aromi repellenti per gli insetti spiccano  citronella e geranio, ma anche lavanda, basilico, menta e garofano. Citronella
La citronella o Andropogonnardus, è una pianta aromatica perenne – appartenente alla specie Cymbopogon – originaria dell’India e in particolare dello Sri Lanka.
Il prezioso olio essenziale, dall’aroma molto simile a quello di limone, viene estratto a partire dalla pianta fresca, leggermente essiccata, e presenta un colore giallognolo tendente al marroncino.
La prima indicazione che ha reso nota quest’essenza è senza alcun dubbio quella insetto-repellente: rappresenta l’ingrediente principale di molti prodotti anti-zanzare in commercio, dalle lozioni alle creme o ancora a prodotti per la casa e il giardino (candele profumate e zampironi). A questo scopo possiamo mettere qualche goccia dell’essenza negli appositi diffusori. Tuttavia, la nostra boccetta di olio essenziale di citronella può essere usata per diversi scopi.
Contro le infiammazioni intestinali
Oltre che le sue indiscusse proprietà insetto-repellenti, la citronella possiede – sul piano fisico – numerose proprietà curative. L’olio essenziale le conferisce infatti proprietà antinfiammatorie e batteriostatiche utili soprattutto per contrastare i disturbi legati alle infezioni e infiammazioni dell’intestino, sulle quali interviene calmando i sintomi dolorosi e arginando la proliferazione batterica tipica dell’infezione. Secondo la scuola di aromaterapia francese, la dose consigliata in questi casi consisterebbe in 2 gocce due volte al dì dell’olio essenziale, diluito in tisane o infusi a base di erbe utili quali la melissa, l’achillea o la camomilla.

Massaggio anti-dolorifico
La citronella, inoltre, diluita al 5% (ad esempio 5 ml di olio essenziale in 95 ml di olio di mandorle o di germe di grano, conservando poi il preparato in una bottiglietta di vetro scuro) può essere utile per massaggi contro nevralgie, emicrania e cefalea, ma è anche una preziosa alleata della pelle, indicata quando si vuole tonificare le zone “rilassate” e drenare le gambe gonfie e stanche a fine giornata.

Geranio
Poche essenze hanno il vantaggio di essere conosciute ed apprezzate come quella del geranio: questa pianta arbustiva rallegrata da fiori dalle mille sfumature adorna diffusamente balconi e terrazze grazie alle sue ben 700 varietà e alla sua capacità di adattamento ai climi più diversi, dalla Russia all’Egitto.
Per la produzione dell’olio essenziale le varietà più utilizzate sono quella del Pelargonium odorantissimum. (detto anche geranio rosa o Bourbon) e del P. graveolens. In realtà, l’intera pianta è aromatica: l’olio essenziale, detto appunto olio di Bourbon, viene infatti estratto da foglie, fiori e peduncoli.
L’essenza ha un colore che può variare dal giallo ambrato al verdognolo e ha un aroma che ricorda vagamente quello della rosa e della menta.

Per i problemi della pelle
Conosciuta prevalentemente per le sue proprietà insetto- repellenti, questa essenza possiede – opportunamente diluita in olio base – proprietà toniche e astringenti sulla pelle, utili per calmare gli arrossamenti e riequilibrare la secrezione di sebo.
Tra le proprietà benefiche sulla pelle non va dimenticata quella antisettica e antimicotica, utili nelle infezioni da funghi della pelle, soprattutto se mescolata in olio base insieme all’essenza di lavanda.

Stop alle emorragie
Già la medicina più antica ne conosceva e apprezzava le proprietà emostatiche e curative: veniva infatti utilizzato per curare le ferite e fermare le emorragie. Oltre a utilizzarlo come rimedio di “emergenza”, diluendone 1-2 gocce in una decina di gocce di olio base, per intervenire come emostatico e cicatrizzante su piccole ferite e contusioni, le sue proprietà antiemorragiche si usano anche in caso di ciclo mestruale abbondante: secondo alcuni antichi testi, sarebbe sufficiente frizionare una goccia di olio essenziale sullo sterno almeno una settimana prima del ciclo.

Utile anche per ritrovare l’equilibrio psicofisico

A livello psico-emotivo il geranio è in grado di ristabilire gli equilibri a livello fisico e mentale: possiede infatti la singolare proprietà di agire in modo duplice, secondo la necessità. Può calmare gli eccessi di energia psicofisica, favorendo il relax, oppure riattivarla in caso di depressione e stanchezza.
Per allontanare tensioni e ritrovare benessere e buonumore, l’uso più indicato è sicuramente il bagno aromatico. In alternativa, come pronto intervento, è possibile frizionare dietro l’orecchio qualche goccia di essenza diluita.  
Solitamente ben tollerato, quest’olio essenziale potrebbe – nei soggetti ipersensibili – causare una leggera dermatite da contatto.

Un infallibile preparato anti-puntura

Oltre a ritrovarli già pronti per l’uso in prodotti specifici quali creme, gel, e lozioni spray, gli oli essenziali possono essere utilizzati anche singolarmente per realizzare preparati anti-puntura. Volendo preparare un’apposita miscela dall’azione insetto-repellente si possono mescolare
l’olio essenziale di Citronella (5 gocce), Lavanda (3 gocce), Geranio (4 gocce) e Basilico (3 gocce).
Ogni olio essenziale andrà aggiunto nella quantità indicata in una bottiglietta di vetro scuro contenente 50 ml di olio base, possibilmente di calendula o di mandorle.

L'Altra Medicina Partner

Articoli correlati

  • Citronella e geranio, non solo repellenti per gli insetti Equilibrare le energie

    Tutto il corpo è sede di riflessi nervosi, ma questi sono particolarmente sensibili soprattutto nella testa, nelle mani e nei piedi. È su queste estremità che la riflessologia agisce per armonizzare il corpo e riportare il benessere nell’individuo

  • Citronella e geranio, non solo repellenti per gli insetti Mantenersi in... gamba

    Le vene varicose sono un problema che affligge soprattutto le donne. Si può combattere con sostanze naturali e instaurando alcuni semplici cambiamenti nello stile di vita 

  • Citronella e geranio, non solo repellenti per gli insetti Aggrediamo l’inverno!

    Un distorto rapporto con noi stessi e con l’ambiente apre le porte a batteri e virus sempre più pericolosi. Se però sosteniamo la nostra vitalità con semplici, ma efficaci, regole naturali possiamo prevenire e resistere ai disturbi tipici della stagione fredda

Contatti

Via Taormina, 11 - 20159 Milano
Mobile: 3927293728

Resta in contatto:

Informazioni:

Copyright © NaturalMag. Tutti i dirittti sono riservati.
E' vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione della casa editrice.
Designed by Movie&Web