Oli essenziali per la pressione bassa

Ecco, purtroppo, un classico estivo: le persone predisposte soffrono con maggiore frequenza di pressione bassa. Alcuni oli essenziali possono aiutare.

A cura della redazione 16 Sep 2016
Oli essenziali per la pressione bassa

Il rimedio d’elezione è l’olio essenziale di menta piperita: si mettono 2 gocce in un cucchiaino di malto al mattino e a mezzogiorno dopo pranzo. Oppure, quando l’ipotensione si fa sentire con giramenti di testa, palpitazioni e stanchezza, si può mettere una goccia sulla parte interna dei polsi respirando profondamente.

E’ uno stimolante nervoso, e per questo motivo è meglio evitare l’assunzione a tarda sera, prima di andare a letto.

Teniamo conto, poi, che l’olio essenziale di menta piperita è uno dei rimedi più versatili in aromaterapia: è spesso inserito nei kit di pronto intervento. Viene per esempio consigliato per i problemi digestivi: in questo caso 1 o 2 gocce in un cucchiaino di olio d’oliva o di malto dopo un pasto impegnativo. Inoltre, si considera un buon antidolorifico, una tradizione conosciuta soprattutto nel nord Europa: in caso di mal di testa 2 gocce sulle tempie e fronte o impacchi umidi. Attenzione però: alla lunga irrita la cute. Ma possiamo anche lasciar evaporare l’olio in un diffusore.

Torniamo all’ipotensione.

Per la pressione bassa, l’olio essenziale di menta piperita può essere associato a quello di pino silvestre: una goccia per ciascuno in un cucchiaino di malto da inghiottire.

Oppure, possiamo unire 1 goccia di OE di menta piperita, 1 goccia di pino silvestre e 2 gocce di OE di rosmarino CT canfora (c’è chi aggiunge anche 2-3 gocce di arnica). Il cocktail si respira profondamente dopo averlo applicato sui polsi, oppure si massaggia la parte centrale del torace e i fianchi.

Avvertenze
Per quanto riguarda l’olio essenziale di menta piperita è necessario prendere alcune precauzioni. Evitiamo durante la gravidanza, l’allattamento e nei bambini. A lungo andare, può irritare la pelle. Se una goccia finisce nell’occhio bisogna sciacquarlo subito con olio vegetale di mandorla.

L'Altra Medicina Partner

Articoli correlati

  • Oli essenziali per la pressione bassa Le pitture naturali

    È questo il momento di tinteggiare i muri anneriti dai caloriferi. Perché non orientarsi verso una scelta bio? Ecco alcuni spunti per scegliere bene. Intanto la buona notizia: dal 1 gennaio 2010 è entrata la nuova normativa europea con limiti precisi per i composti organici volatili (VOC) nelle pitture murali: la nuova soglia di tolleranza è fissata a 30 grammi per litro.

  • Oli essenziali per la pressione bassa Le tisane tuttofare

    Le tisane depurano, disintossicano, sgonfiano, combattono la cellulite, rilassano e saziano. Coadiuvate da una dieta mirata e da una sana attività sportiva aiutano anche a dimagrire poiché favoriscono l'aumento del metabolismo, contribuendo a bruciare i grassi e ad alleviare il senso di fame. Contengono oli essenziali, alcaloidi, vitamine, minerali, oligoelementi.

  • Oli essenziali per la pressione bassa Oli essenziali: doposole naturali

    Gli oli essenziali e i migliori ritrovati erboristici per rimettere in carreggiata la pelle: come potenziare gli effetti di una crema già in nostro possesso e in alcuni casi sostituirla. 

Contatti

Via Taormina, 11 - 20159 Milano
Mobile: 3927293728

Resta in contatto:

Informazioni:

Copyright © NaturalMag. Tutti i dirittti sono riservati.
E' vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione della casa editrice.
Designed by Movie&Web